Punto esclamativo

Il punto esclamativo ha la sua importanza, nonostante il compito sostanzialmente diverso dal suo parente prossimo che abbiamo appena presentato. Questo segno di interpunzione è formato da un punto su cui si erge un trattino verticale (!) e serve anch’esso a indicare l’intonazione che la frase deve assumere, ma in questo caso non si indica una domanda, bensì si sottolinea la perentorietà della stessa.

Non correte con quelle moto!

Il punto esclamativo si mette alla fine della frase ed è molto semplice da utilizzare. Attenzione, però, perché questo segno è bandito nei testi giuridici.